Traduzioni automatiche con DeepL

Alessandro Zanello - DeepL

I giganti della tecnologia Google, Microsoft e Facebook stanno tutti applicando l’intelligenza artificiale alla traduzione automatica, ma una piccola azienda chiamata DeepL li ha superati tutti il 29/08/2017 ed ha molto aumentato la qualità dei risultati ottenibili.
Il suo strumento di traduzione è veloce come la concorrenza ma più preciso e con più sfumature dei concorrenti (Google Translate, Lexicool, Babelfish, translated.net, ecc.). Sarà anche perché sfruttano un supercomputer costruito in Islanda che si posiziona tra i primi 25 al mondo per potenza di calcolo (5.1 petaFLOPS), o perché CEO di DeepL è l’ex ricercatore Google Gereon Frahling, ma stanno facendo meglio dei concorrenti più quotati. DeepL era già nota per Linguee, il dizionario/traduttore online; le reti neurali di DeepL sono addestrate a partire dal motore di ricerca di Linguee, con il suo miliardo di frasi dalle traduzioni di qualità superiore, dando così a DeepL un incontestabile vantaggio.

Il risultato è così interessante che abbiamo già (10/09/2017) integrato il servizio offerto da DeepL in ClerkWIN e in Start: questi sono ora in grado di tradurre automaticamente nelle lingue supportate da DeepL, ad esempio la descrizione di una riga di un avviso di fattura o di una fattura, dovesse servire fare una fattura in una lingua diversa dall’Italiano, o una frase di un’offerta. La funzione richiede l’accessibilità Internet, ovviamente.